Aspettando Godot. Teatrostudio, Genova 1964

a cura di Donatella Orecchia e Armando Petrini

ORMETE accoglie fra le sue ricerche anche un lavoro del 2000 a cura di Donatella Orecchia e Armando Petrini che, pur precedendo la progettazione sistematica venuta in seguito, si trova in profonda sintonia, sia metodologica sia contenutistica, con il resto delle ricerche.

Aspettando Godot di Samuel Beckett, recitato dal gruppo Quartucci a Genova, il 31 marzo 1964, uno degli spettacoli che ha segnato la storia del teatro di ricerca italiano. Qualcosa che si può avvicinare a un luogo della memoria di quel teatro.

Il dossier che allora era derivato da quel lavoro venne pubblicato sul numero 5 e sul numero 6 della rivista di studi «L’Asino di B.» a cura di Donatella Orecchia e Armando Petrini.

In quelle pagine vennero raccolti documenti vari: le recensioni allo spettacolo, una raccolta di fotografie di Lisetta Carmi, una cronologia ragionata dei primi anni del teatro di ricerca italiano e la trascrizione integrale di tutti colloqui con i protagonisti di quell’evento (Rino Sudano, Carlo Quartucci, Claudio Remondi, Mariagrazia Grassini) e con tre testimoni del tutto particolari (Luigi Squarzina, Valeriano Gialli e Eugenio Buonaccorsi).

Riportiamo in allegato sia l’introduzione e le recensioni, sia le trascrizioni dei colloqui.

Allegati

 

  • Introduzione e recensioni
  • Trascrizioni interviste
    • Colloquio con Rino Sudano -Torino, 28 novembre 2000
    • Colloquio con Carlo Quartucci – Roma, 3 dicembre 2000
    • Colloquio con Claudio Remondi – Roma, 3 dicembre 2000
    • Colloquio con Maria Grazia Grassini – Roma, 27 dicembre 2000
    • Colloquio con Luigi Squarzina – Roma, 28 dicembre 2000
    • Colloquio con Valeriano Gialli – Aosta, 7 gennaio 2001
    • Colloquio con Eugenio Buonaccorsi – Genova, 12 dicembre 2001